In una cornice da favola, a Molina Verona, avrete modo di confrontarvi con il mondo della scrittura. Sarete seguite da Elisabetta (Storyteller professionista) e trascorrerete due giorni pernottando in un Mulino originale ristrutturato.

Questo atelier è rivolto a donne che cercano nella scrittura uno strumento per affinare il proprio sguardo di viaggiatrice.

Raccontare e ascoltare storie è per gli esseri umani un passaggio imprescindibile per costruire la propria identità, così come lo è viaggiare.

E se viaggiare vuol dire trovare il proprio passo, scrivere di viaggio è trovare la propria voce, una voce che nasce dall’intreccio dei sensi e che poi guida la mano che scrive, gli occhi che osservano, la memoria che custodisce i ricordi.

In questo primo atelier ci concentreremo sulle sensazioni e sulle suggestioni legate al viaggiare, per imparare a descriverle e a restituirle con ricchezza di vocabolario e ritmo narrativo. Ci muoveremo tra le pagine più evocative della letteratura di viaggio cercando esempi che possano aiutarci trovare la nostra personalissima voce, e dedicheremo attenzione a ognuno dei sensi interpellati dall’esperienza del viaggiare. La scrittura diventerà così parte della colonna sonora del nostro essere viaggiatrici: sarà uno strumento a nostra disposizione per tenere con noi – e trasmettere – emozioni, ricordi, paesaggi.

I momenti di riflessione e arricchimento teorico saranno sempre accompagnati da esercitazioni pratiche e da suggerimenti personalizzati, con uno spazio aperto alla condivisione e al confronto per chi vorrà partecipare.

Sarà fornita una bibliografia di base sulla scrittura di viaggio.

L’atelier: struttura e obiettivo

L’atelier è riservato a donne che amano viaggiare.

Prevede un numero minimo di 8 partecipanti e un massimo di 12.

Si svolge nell’arco di un fine settimana: due ore il venerdì sera, otto ore il sabato, quattro ore la
domenica mattina. La struttura oraria può essere modificata secondo le richieste.
Gli incontri sono strutturati integrando una parte teorica e una pratica, con feedback di gruppo
e personale – entrambi facoltativi, nel rispetto della sensibilità di ognuna.

L’obiettivo è quello di mettere a disposizione le basi degli strumenti di scrittura – lessico, ritmo,
intreccio – per poter affinare lo sguardo della viaggiatrice e far sì che raccontare e ricordare si
avvicinino il più possibile all’esperienza del viaggiare.

Biografia

Elisabetta Orlandi ha vissuto e lavorato in vari paesi europei.
Il percorso formativo che ha seguito le ha permesso di ottenere una preparazione multidisciplinare: dopo aver completato il corso triennale in Marketing e Comunicazione presso lo IED di Milano, si trasferisce a Parigi e vi rimane cinque anni, lavorando nella leggendaria libreria internazionale Shakespeare & Company

E studiando Letterature Comparate all’Université de Paris III-Sorbonne Nouvelle. In quegli anni inizia anche a formarsi come storyteller seguendo seminari e corsi presso compagnie teatrali della capitale francese.
Consegue poi il certificato CELTA (University of Cambridge) per l’insegnamento della lingua inglese L2/LS, la laurea in Lettere Moderne presso l’Università Statale di Milano, il diploma DILS-PG II livello dell’Università per Stranieri di Perugia. Dal 2008 all’estate del 2011 ha vissuto in Spagna, lavorando come storyteller per una fattoria didattica in Andalusia.
Frequenta regolarmente seminari e corsi di perfezionamento per storyteller professionisti, in Italia e all’estero.
Parla a livello madrelingua italiano, inglese, francese e spagnolo.

Scrittrice e traduttrice, ha al suo attivo ventina di titoli tradotti e tre libri pubblicati, l’ultimo dei quali si intitola “Unmilioneottocentomila passi”. Io, il mio bambino e il Cammino di Santiago.
Come storyteller, propone spettacoli di narrazione adatti a bambini, adolescenti, adulti: il suo repertorio comprende fiabe e leggende che arrivano da tutto il mondo. Racconta nelle scuole, nelle biblioteche, in aziende e anche in viaggio.
Come formatrice, offre laboratori sulla fiaba, atelier di scrittura creativa e corsi di avvicinamento alla pratica dello storytelling.

B&B Il Mulino dei Veraghi

Il Mulino dei Veraghi si trova nel punto più alto della Valle dei Mulini e dista solo 15 minuti da Fumane. Nei suoi dintorni ci sono tantissimi punti d’interesse ed il più famoso è il Parco della Cascate. Numerose sono le aziende vinicole della Valpolicella nella zona. Verona è a 35 minuti, il Lago di Garda è a 30 Minuti.

L’umico mulino originale ed ancora in funzione a Molina ede uno dei primi Mulini del paese datato 1600′ Circondato da una natura rigogliosa in un borgo medievale sulle colline di Verona…

Programma

Venerdì 11 Giugno 2021

Arrivo autonomo a Molina. Accoglienza da parte di Sara (l’organizzatrice) e primo incontro con Elisabetta per scaldare i motori. Cena e pernottamento.

Sabato 12 Giugno 2021

Colazione. 8 ore di Workshop (4 ore al mattino e 4 al pomeriggio). Pranzo compreso.

Prima di cena possibilità di una passeggiata nei dintorni di Molina con Sara (L’organizzatrice).

Cena e pernottamento

Domenica 13 Giugno 2021

Dopo colazione ultime ore insieme ad Elisabetta. Pranzo.

Dopo il pranzo resto della giornata a disposizione per il ritorno. Si consiglia la visita al Parco delle Cascate facilmente raggiungibile a piedi dal Mulino. Luogo di eccezionale bellezza ed immerso nel verde, Il parco è una vera oasi naturalistica tra pareti rocciose, caverne e cascate incantevoli.

Il pacchetto include:

  • 2 pernottamenti presso il B&B “Il Mulino dei Veraghi” in camera condivisa.
  • Il progetto è dedicato a sole donne (possibilità di portare un accompagnatore/ice su richiesta)
  • I pasti (2 cene 2 pranzi 2 colazioni)
  • Workshop con materiale (fotocopie, testi, bibliografia, esercizi)

Prezzi:

Posto letto condiviso (family room) 473 €

Posto letto Twin 493 €

Posto letto camera 6 posti (bagno condiviso) 423 €

Per prenotare clicca qui ===> Voglio prenotare.

Oppure chiama direttamente il numero 338 670 4905